Tag Archives: Studio TRE-GI Thiene

NUOVO RINVIO DELLE CARTELLE

Il nuovo rinvio delle cartelle

  • Notifiche – Nuova sospensione degli atti fiscali e delle cartelle al 28.02.2021. Il decreto legge, in Gazzetta Ufficiale 30.01.2021, prevede anche la proroga del versamento e presentazione del modello dichiarativo della web tax, con spostamento dei termini a marzo e ad aprile.
  • Rate scadute al 8.03.2020 – Secondo la risposta dell’Agenzia delle Entrate Riscossione a Telefisco, tutti i contribuenti che avevano rateazioni decadute al 8.03.2020, possono chiedere un nuovo piano di rientro senza pagare il pregresso (in data 8.03 è entrato in vigore il Decreto Cura Italia, che ha decretato la sospensione delle rate da pagare).
  • Dilazione 2021 – I soggetti decaduti dalla precedenti rottamazioni alla fine del 2019, possono effettuare la dilazione del debito residuo. Le istanze presentate entro il 31.12.2021 possono ottenere le seguenti agevolazioni:
    • allungamento al mancato pagamento a 10 rate non pagate (invece di 5);
    • chiudere una dilazione per le rateazioni decadute, senza pagare il pregresso;
    • ottenere una rateazione fino a € 100.000, se si dimostrano le difficoltà economiche.
  • La domanda di un nuovo piano di rientro delle cartelle esattoriali può essere inviata via PEC o presentata di persona agli uffici dell’AdER.
  • È possibile ottenere la rateazione fino a € 100.000 direttamente online attraverso il servizio dedicato “rateizza adesso” collegandosi all’area riservata dell’Agenzia delle Entrate Riscossione.

 

VENETO:ZONA ARANCIONE

Italia divisa dai colori 10 gennaio 2021-2

In base alle Ordinanze del Ministro della salute dell’8 gennaio 2021, sono attualmente ricomprese:

  • nell’area gialla: Abruzzo, Basilicata, Campania, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Marche, Molise, Piemonte, Provincia autonoma di Trento, Provincia Autonoma di Bolzano, Puglia, Sardegna, Toscana, Umbria, Valle d’Aosta;    
  • nell’area arancione: Calabria, Emilia Romagna, Lombardia, Sicilia e Veneto;
  • nell’area rossa: (nessuna Regione)

Nel link sottostante trovate le Faq sulle misure adottate per le singole regioni.

http://www.governo.it/it/articolo/domande-frequenti-sulle-misure-adottate-dal-governo/15638#zone

Fonte: sito web governo

 

Circolari Studio Tre-gi

LEGGE DI BILANCIO 2021

legge-di-bilancio-2021-cos-e-cosa-prevede-il-testo-pdf-novita-misure-ultime-news

Sul supplemento ordinario n. 46 alla G.U. 30.12.2020 n. 322 è stata pubblicata la L. 30.12.2020 n. 178 (legge di bilancio 2021), in vigore dall’1.1.2021.

L’articolo 1 è composto da ben 1150 commi, e moltissime agevolazioni introdotte dalla legge di bilancio per il 2021 sono subordinate all’emanazione di ulteriori provvedimenti attuativi.

Nelle circolari scaricabili dai link sottostanti si riepilogano le principali novità in materia fiscale e di agevolazioni, contenute nella suddetta legge:

LEGGE DI BILANCIO 2021.

LEGGE DI BILANCIO 2021-Agevolazioni famiglia

Circolari Studio Tre-gi

ESTEROMETRO

download

La Legge di Bilancio 2021 abolisce lesterometro , documento per la comunicazione dei dati delle operazioni transfrontaliere, cioè fatture attive e passive verso o provenienti dall’estero. Avrà ancora un anno di vita, per poi essere sostituito dall’obbligo di fatturazione elettronica a partire dal 1° gennaio 2022.

Pertanto, coloro i quali nell’anno 2021 non invieranno le fatture emesse nei confronti di operatori esteri tramite il Sistema di Interscambio, adottando il formato XML, devono inviare allo studio tramite mail la fattura al fine di procedere con la comunicazione della stessa all’Agenzia delle Entrate.

Si fa presente che la comunicazione è un “servizio a pagamento”.

Circolari Studio Tre-gi

LOTTERIA DEGLI SCONTRINI: MINI PROROGA

lotteria-scontrini-codice-1200x675-638x425

Il Decreto Milleproroghe pubblicato in GU 323 del 31 dicembre 2020 prevede una ulteriore proroga della partenza del concorso a premi denominato lotteria degli scontrini e demanda ad un provvedimento dell’Agenzia delle Dogane, da adottare d’intesa con l’Agenzia delle Entrate, non solo la definizione delle regole di estrazione e dell’entità dei premi messi in palio, ma anche la definizione di ogni altra disposizione necessaria per l’avvio della lotteria.

Il consumatore, qualora l’esercente rifiuti di accettare il codice lotteria necessario alla partecipazione al concorso, può segnalarlo dal 1 marzo 2021 sul portale lotteria all’indirizzo seguente: https://www.lotteriadegliscontrini.gov.it/portale/ 

L’agenzia delle entrate utilizzerà le segnalazioni in concerto con la GdF per le procedure di attività di analisi di rischio di evasione.

Ricordiamo che il codice lotteria è univocamente abbinato al codice fiscale e, una volta collegato agli scontrini, produrrà biglietti virtuali della lotteria.

L’uso del codice lotteria non consente il tracciamento degli acquisti: al sistema lotteria arrivano solo dati riguardanti l’importo speso, la modalità di pagamento (contante o elettronico), il codice lotteria. NON arrivano altri dati descrittivi dell’acquisto (tipologia del bene o del servizio acquistato). Né l’esercente né altri potranno quindi risalire alla persona per profilazioni o analisi delle abitudini di spesa.

Se viene smarrito o dimenticato il codice lotteria, potrà facilmente essere visualizzato nella propria area riservata – attiva solo dal momento di avvio della lotteria – o, in alternativa, ottenerne un altro, accedendo nuovamente alla sezione “Partecipa ora” del sito del concorso in oggetto. Se poi si dovesse ritrovare il primo codice lotteria ottenuto, si potrà comunque utilizzarlo in alternativa a quello nuovo.

 

Circolari Studio Tre-gi

RIMBORSI:PAGOBANCOMAT/CARTA DI CREDITO

pos-pagamento-elettronico-bancomat

Cashback cittadini

Archiviata non senza polemiche la prima fase del super cashback di Natale, vale a dire i rimborsi che saranno concessi ai privati per l’effettuazione di acquisti senza utilizzo del denaro contante, iniziata in via sperimentale l’8 dicembre scorso (con i rimborsi che avverranno entro febbraio 2021), a gennaio si riparte ed entra a pieno regime il cashback di Stato. Il rimborso previsto è pari al 10% dell’importo di ogni transazione, calcolato sulla base del valore complessivo dei pagamenti effettuati durante il semestre.

Tante le novità rispetto al cashback di Natale: cambiano il numero di transazioni e la durata del piano. Per ottenere il 10% di rimborso sulle spese effettuate dal 1 gennaio occorrerà, infatti, effettuare 50 pagamenti a semestre. Resta invariata la modalità di pagamento, da effettuare con carta o bancomat e tramite pos.

Cashback : come funziona

Se si è già registrati da dicembre, l‘iscrizione risulterà automatica anche nelle fasi successive senza dover ripetere la procedura. Il passaggio da una fase all’altra sarà perciò visibile nella sezione Portafoglio dell’App Io, che aprirà una scheda ad ogni nuovo semestre. Nel caso l’iscrizione non sia avvenuta già a dicembre 2020 in occasione del cashback di Natale, ecco come fare per partecipare.

Ricordiamo che non è obbligatorio partecipare. E’ tutto su base volontaria. Chi vuole aderire però deve farlo, scaricando l’App IO :

  • registrando il proprio codice fiscale,
  • registrando anche il numero identificativo delle carte di credito o bancomat, o comunque degli strumenti elettronici, che intende utilizzare per effettuare i pagamenti,
  • dichiarare di essere maggiorenne e residente in Italia,
  • dichiarare anche che gli acquisti effettuati sono a titolo personale e non effettuati nell’esercizio di attività d’impresa o professione.

Tutto parte quando si effettua la prima transazione con la carta o il bancomat registrati sull’App.

Dal 1° gennaio 2021 è partito il  periodo di rimborso, che durerà fino al 30 giugno 2022: in questa fase viene riconosciuto un rimborso semestrale pari al 10% di quanto speso dal consumatore fino a un massimo di 1.500 euro a semestre e purché si facciano almeno 50 operazioni cashless a semestre. Attenzione perché ogni pagamento sarà considerato fino ad un massimo di 150 euro (questo per favorire non chi fa pagamenti consistenti ma chi fa più operazioni di pagamento cashless). Ci sarà inoltre un supercashback: in pratica un rimborso che verrà riconosciuto ogni semestre per 1.500 euro, in aggiunta al cashback standard ai primi 100.000 registrati che abbiano effettuato il maggior numero di operazioni cashless, a patto che eseguano almeno 50 operazioni di pagamento nel corso del semestre.

Ai fini del rimborso sono considerati questi periodi:

  • 1° gennaio 2021 – 30 giugno 2021;
  • 1° luglio 2021 – 31 dicembre 2021;
  • 1° gennaio 2022 – 30 giugno 2022.

Il pagamento del cashback e del supercashback avviene entro 60 giorni dalla fine del periodo (ad esempio per il primo semestre, il pagamento del cashback e del supercashback avverrà entro il 29 agosto 2021).

Tutti i rimborsi, inclusi quelli relativi al super cashback saranno esentasse.

 

Circolari Studio Tre-gi

Chiusura Festività Natalizie

auguri 2020

Buon Natale e Buon 2021 a tutti!

Chiusura Festività Natalizie 

Lo studio rimarrà chiuso per le vacanze dal 24 Dicembre al 3 Gennaio 2021 compresi.

Auguriamo a tutti Buone Feste

Acconti di novembre e versamenti di dicembre

1605735602-11496

  • Il Decreto Ristori-quater (D.L. 30.11.2020, n. 157) ha previsto un nuovo calendario per gli acconti di novembre e la sospensione condizionata fino al 16.03.2021 per i versamenti fiscali e previdenziali in scadenza a dicembre.
  • Acconti di novembre – Proroga al 10.12.2020 per versare la seconda o unica rata delle imposte sui redditi e dell’Irap per tutti gli esercenti attività d’impresa, arte e professione che hanno domicilio fiscale, sede legale o sede operativa in Italia. Risultano, quindi, esclusi tutti i privati;
  • spostamento al 30.04.2021 del versamento della seconda o unica rata delle imposte sui redditi:
    • soggetti Isa (escluso chi nel periodo d’imposta precedente aveva ricavi o compensi superiori a 50 milioni) con un calo di fatturato di almeno il 33% tra 1° semestre 2020 e quello 2019;
    • soggetti con Ateco nell’allegato 1 o 2 del Decreto Ristori e Ristori-bis, indipendentemente dal volume dei ricavi e dal calo del fatturato, purchè al 26.11.2020 fossero in zona rossa;
    • soggetti che esercitano servizi di ristorazione, anche in zone arancio alla data del 26.11.2020, a prescindere dai requisiti di ricavi e di calo del fatturato;
    • versamento in sanatoria Irap per i soggetti che hanno fruito del saldo e stralcio Irap.
  • Versamenti di dicembre – Fino al 16.03.2021 sono sospesi i versamenti fiscali e previdenziali in scadenza a dicembre per le sole partite Iva con i seguenti requisiti:
    • nuove attività;
    • dimensioni limitate (ricavi non superiori a 50 milioni);
    • calo del fatturato (almeno 1/3 nel novembre 2020 rispetto al novembre 2019);
    • attività riconosciute in difficoltà (codice Ateco e colore della zona).
    • Ritenute, trattenute, Iva – L’art. 2 del Decreto Ristori-quater (D.L. 157/2020, in G.U. 30.11.2020) dispone la sospensione dei termini che scadono a dicembre relativi ai versamenti di:
      • ritenute alla fonte (artt. 23 e 24, D.P.R. 600/1973);
      • trattenute relative all’addizionale regionale e comunale, operate in qualità di sostituti d’imposta;
      • Iva e contributi previdenziali e assistenziali.
    • Premi Inail – La norma (art. 2, c. 1, lett. c) si riferisce ai soli contributi: ne deriva che i premi Inail sono dovuti, come peraltro già confermato per la sospensione dei contributi in scadenza a novembre.

Circolari Studio Tre-gi

PROSPETTO PAGAMENTI EQUITALIA

CIRCOLARI DI AGGIORNAMENTO

Riscossione: cosa viene sospeso

Sperando di far cosa gradita, si segnala che la sospensione prevista con il nuovo decreto include i seguenti atti:

  • cartelle di pagamento;
  • avvisi di accertamento esecutivi;
  • avvisi di accertamento in materia doganale;
  • ingiunzioni degli enti territoriali;
  • nuovi avvisi di accertamento esecutivi per i tributi locali

E’ da segnalare, che il DL n. 129/2020 non è intervenuto sui termini di scadenza della “Rottamazione-ter” e del “Saldo e stralcio, già oggetto di modifica normativa con il DL 34/2020, resta pertanto confermata la scadenza del 10 dicembre 2020, quale termine ultimo entro il quale i contribuenti in regola con il pagamento delle rate scadute nell’anno 2019, possono effettuare i pagamenti delle rate in scadenza nel 2020 senza perdere i benefici delle misure agevolative.

Circolari Studio Tre-gi

Circolare di approfondimento Agosto 2020

CIRCOLARI DI AGGIORNAMENTO

Circolare di approfondimento

Agosto 2020

 

Crediti d’imposta per botteghe e negozi e canoni di locazione       Provv. Ag. Entrate 1.07.2020

  • L’Agenzia delle Entrate ha approvato il modello che i beneficiari del credito d’imposta per botteghe e negozi (introdotto da D.L. Cura Italia) e di quello per i canoni di locazione degli immobili a uso non abitativo e affitto d’azienda (previsto dal D.L. Rilancio) dovranno utilizzare per comunicare, a partire dal 13.07 e fino al 31.12.2021, l’opzione della cessione del credito. Il modello andrà inviato tramite un’apposita funzionalità nell’area autenticata del sito dell’Agenzia delle Entrate.
  • Affinché i crediti possano essere utilizzati in compensazione, è necessario che il cessionario proceda all’accettazione dei crediti medesimi, tramite l’apposita “Piattaforma cessione crediti” disponibile nell’area riservata del sito internet dell’Agenzia delle Entrate.
  • Per consentire ai cessionari di utilizzare in compensazione i crediti d’imposta ricevuti, tramite modello F24, sono istituiti i seguenti codici tributo:
  • “6930” denominato “Botteghe e negozi – Utilizzo in compensazione del credito da parte del cessionario – art. 122 del D.L. n. 34 del 2020”;
  • “6931” denominato “Canoni di locazione immobili non abitativi e affitto di azienda – utilizzo in compensazione del credito da parte del cessionario – art. 122 del D.L. n. 34 del 2020”.

 

Rinegoziazione canone di locazione e modello RLI

  • La rinegoziazione del contratto di locazione, sia in caso di diminuzione che di aumento del canone, può essere comunicata all’Agenzia delle Entrate direttamente via web con il Modello RLI. La nuova versione del modello è già disponibile sul sito dell’Agenzia. Resta ferma la modalità di presentazione “agile” prevista per la richiesta di servizi essenziali in via semplificata, mediante Pec o e-mail.
  • Per agevolare i contribuenti e gli operatori nel cambiamento delle procedure, assicurando il corretto e tempestivo assolvimento degli adempimenti tributari, è stato previsto un periodo transitorio, fino al 31.08.2020, durante il quale gli utenti possono scegliere se comunicare la rinegoziazione del canone con il modello RLI ovvero tramite il modello 69. Dal 1.09.2020, invece, per comunicare la rinegoziazione del canone dovrà essere utilizzato esclusivamente il modello RLI.

 

Detrazione per acquisto case antisismiche e asseverazione 

  • Il sismabonus spetta agli acquirenti delle unità immobiliari ubicate nelle zone sismiche 2 e 3, oggetto di interventi le cui procedure autorizzatorie sono iniziate dopo il 1.01.2017 ma prima del 1.05.2019, anche se l’asseverazione di cui all’art. 3 del D.M. n. 58/2017 non è stata presentata contestualmente alla richiesta del titolo abilitativo.
  • Nel caso di specie, tuttavia, ai fini della detrazione è necessario che la predetta asseverazione sia presentata dall’impresa entro la data di stipula del rogito dell’immobile oggetto degli interventi di riduzione del rischio sismico.

 

Bonus vacanze

  • Il credito d’imposta vacanze è utilizzabile per il pagamento di servizi offerti in ambito nazionale da parte di imprese turistiche e ricettive, nonché di bed &breakfast dal 1.07 al 31.12.2020. L’agevolazione spetta esclusivamente in relazione a soggiorni in relazione ai quali almeno un giorno ricada in questo periodo di riferimento.
  • Per richiedere il bonus vacanze il cittadino deve installare ed effettuare l’accesso a IO, l’app dei servizi pubblici, resa disponibile da PagoPA S.p.A.
  • L’Agenzia delle Entrate ha chiarito che il bonus vacanze può includere anche i costi di servizi accessori, come quelli balneari, a condizione che siano indicati nella fattura emessa dall’unico fornitore scelto per trascorrere le vacanze.

 

Crediti d’imposta spese sanificazione e DPI

  • Sono disponibili i modelli e le istruzioni per usufruire dei crediti d’imposta introdotti dal D.L. Rilancio per le spese di sanificazione e acquisto dei dispositivi di protezione individuale, e per le spese di adeguamento degli ambienti di lavoro.
  • In particolare, è previsto un modello per comunicare l’ammontare delle spese ammissibili, che dovrà essere inviato esclusivamente con l’apposito servizio web presente nell’area riservata del sito internet dell’Agenzia delle Entrate o tramite i canali telematici dell’Agenzia e riceverà risposta entro 5 giorni.
  • Risultano ammissibili al beneficio anche le spese di sanificazione degli ambienti collegate alle attività svolte in economia dal soggetto beneficiario, avvalendosi di propri dipendenti o collaboratori.

 

Compensi ai medici in continuità assistenziale

  • Considerato che l’iscrizione all’albo professionale costituisce il titolo necessario per poter svolgere l’attività di sostituto medico in continuità assistenziale, tale attività è riconducibile all’esercizio di una attività professionale abituale.
  • Ne consegue, pertanto, che vi sarà l’obbligo di apertura della partita Iva e di emissione della fattura nei confronti dell’Azienda Sanitaria, nonché di dichiarare il compenso percepito tra i redditi di lavoro autonomo. Qualora ricorrano le condizioni richieste, il sostituto medico potrà fruire del regime forfetario di cui alla L. 190/2014.

 

Superbonus 110%

Guida Agenzia Entrate superbonus:  https://www.agenziaentrate.gov.it/portale/documents/20143/233439/Guida_Superbonus110.pdf/49b34dd3-429e-6891-4af4-c0f0b9f2be69

 

  • Il Decreto Rilancio ha incrementato al 110% l’aliquota di detrazione delle spese sostenute dal 1.07.2020 al 31.12.2021, a fronte di specifici interventi in ambito di efficienza energetica, di interventi di riduzione del rischio sismico, di installazione di impianti fotovoltaici nonché delle infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici negli edifici (cd. Superbonus).
  • Le nuove disposizioni che consentono di fruire di una detrazione del 110% si aggiungono a quelle già vigenti che disciplinano le detrazioni dal 50 all’85% delle spese spettanti per gli interventi di:
  • recupero del patrimonio edilizio, in base all’art. 16-bis del Tuir inclusi quelli di riduzione del rischio sismico (cd. sismabonus) attualmente disciplinato dall’articolo 16 del D.L. 63/2013;
  • riqualificazione energetica degli edifici (cd. ecobonus).

 

Nomina organo di controllo nelle Srl

La legge di conversione del D.L. 34/2020 prevede che il termine previsto per la nomina dell’organo di controllo o del revisore nelle Srl e nelle cooperative che superano i nuovi limiti dell’art. 2477 c.c. scade con l’approvazione del bilancio relativo all’esercizio 2021.

 

Proroga split payment

Il 22.06.2020 la Commissione Europea ha adottato la proposta del Consiglio che estende, fino al 30.06.2023, l’autorizzazione concessa all’Italia per l’applicazione dello split payment alle operazioni effettuate nei confronti di pubbliche amministrazioni e altri enti e società come misura speciale di deroga a quanto previsto dalla direttiva 2006/112/CE in materia di Iva.

 

Proroga moratorie per sostegno imprese in difficoltà

L’ABI ha diffuso agli associati una circolare in cui si comunica che è stata prorogata dal 30.06 al 30.09 la possibilità di usufruire delle moratorie che il settore bancario ha attivato per sostenere la clientela in difficoltà a causa dell’emergenza Covid-19.

La decisione, assunta dall’ABI d’intesa con le diverse parti firmatarie, riguarda tutti gli accordi sottoscritti in materia da ABI con le associazioni di rappresentanza dei consumatori, delle imprese e degli enti locali.

 

Decreto Semplificazioni

E’ stato pubblicato in Gazzetta ufficiale il D.L. 16.07.2020, n. 76 (Decreto Semplificazioni), che prevede, tra l’altro, l’aumento dell’importo erogato in un’unica soluzione, anziché nelle 6 precedentemente previste, della “Nuova Sabatini” (contributi alle imprese per il rimborso di prestiti destinati a investimenti in beni strumentali) e la semplificazione dell’incentivo per le imprese del Mezzogiorno, con la possibilità di utilizzo dei fondi europei.

 

Proroga stato di emergenza Comunicato stampa CDM 30.07.2020

Il Consiglio dei Ministri ha deliberato la proroga, fino al 15.10.2020, dello stato d’emergenza dichiarato lo scorso 31.01 in conseguenza della dichiarazione di “emergenza di sanità pubblica di rilevanza internazionale” da parte della Organizzazione mondiale della sanità (OMS).

 

Agevolazioni marchi e brevetti Comun. Min. Svil. Economico 29.07.2020

 

A partire dai mesi di settembre e ottobre saranno riaperti per le PMI i termini di presentazione delle domande per richiedere i contributi agevolativi previsti dai bandi Marchi+3, Disegni+4 e Brevetti+, per i quali sono stati

stanziati ulteriori 43 milioni di euro.

 

Congedo parentale Covid-19 Mess. Inps 21.07.2020, n. 2902

La legge 77/2020, di conversione del D.L. 34/2020, ha esteso il periodo di fruizione del congedo parentale Covid-19 fino al 31.08.2020, sempre per un massimo di 30 giorni.

A partire dal 19.07.2020 il congedo parentale può essere utilizzato anche in modalità oraria.

E’ stata aggiornata l’applicazione per presentare la domanda di congedo Covid-19 in modalità giornaliera, per consentire la richiesta di periodi dal 19 luglio al 31 agosto.

 

Proroga Durc on line Mess. Inps 30.07.2020, n. 2998

L’Inps precisa che ciò comporta che i Durc On Line con scadenza tra il 31.01.2020 e il 31.07.2020 conservano la loro validità per i 90 giorni successivi alla dichiarazione di cessazione dello stato di emergenza.

Tenuto conto che lo stato di emergenza è stato dichiarato con scadenza al 31.07.2020, la validità dei Durc On Line che riportano nel campo <Scadenza validità> una data compresa tra il 31.01.2020 e il 31.07.2020 risulta estesa fino al 29.10.2020.

La precisazione Inps non tiene conto della proroga dello stato di emergenza al 15.10.2020.

Circolari Studio Tre-gi